Pedofilia online in aumento in Bulgaria

pedofilia_bulgaria

Il numero di bambini ed adolescenti bulgari presi di mira dai pedofili è in continua crescita e parte della colpa è da attribuire ai social network e siti di incontri online.

A rivelarlo è stato Yavor Kolev, capo del Dipartimento dei Crimini Informatici, nel corso di un convegno sulla sicurezza online. I ragazzini più a rischio sono quelli di età compresa tra i 10 e i 13 anni.

Sono loro, infatti, quelli che con più leggerezza pubblicano le loro foto e i loro recapiti su social network e siti di incontri online. si è stimato che circa il 40% dei teenager ha incontrato almeno una persona conosciuta online.

Le nostre regole sull'uso sicuro di internet dovrebbero seguire quelle adottate dall'Unione Europea e dagli Stati Uniti. C'è stato un aumento costante di giovani caduti nelle trappole di pedofili, abbiamo circa 7 o 8 segnalazioni al mese in questo senso. I loro genitori sono preoccupati e si rivolgono a noi.



Stando ad un rapporto dell'Unicef, in qualunque ora del giorno ci sono circa 750mila pedofili alla ricerca di vittime sul web. Un dato allarmante confermato da Georgi Apostolov, coordinatore del National Center for Safe internet.

Si tratta di dati approssimativi, calcolati sui dati raccolti grazie alle hotline presenti in internet. Il numero è sicuramente più alto. Come fare per evitare situazioni del genere? Kolev propone una soluzione, quella più semplice ed ovvia:

Evitate di pubblicare immagini provocanti, che rasentano la pornografia.

Via | Novinite

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: