L'arresto di Gianni Nicchi e Gaetano Fidanzati: secondo Genchi una montatura mediatica

Dichiarazioni infuocate quelle di Gioacchino Genchi durante un convegno a Cervignano del Friuli e passate un po' inosservate. Ha reso palese un'opinione che è circolata da subito nel sottobosco mediatico e nell'opinione pubblica: gli arresti di Gianni Nicchi e di Gaetano Fidanzati sarebbero stati niente meno che una vera e propria montatura mediatica.

Una situazione che sarebbe servita a far sparire rapidamente dal primo piano le accuse rivolte in aula a Berlusconi e Dell'Utri dal pentito Gaspare Spatuzza, nonché ad oscurare il "No Berlusconi Day" consentendo al governo di avere dalla sua un'ottima arma propagandistica.

Coincidenze? Secondo Genchi no, ma anche su PolisBlog qualche dubbio era venuto. In base a quanto affermato dal poliziotto Nicchi a Palermo non si sentiva più sicuro perché il boss Lo Piccolo "voleva farlo fuori" e molto probabilmente si sarebbe costituito e quindi in cerca di protezione. Fidanzati, un "mafioso con la prostata" era uscito da poco - di nuovo - dal carcere e molto probabilmente uscirà di nuovo a breve giro per motivi di salute...

Una messinscena mediatica che secondo Genchi avrebbe coinvolto anche poliziotti "che cantavano davanti alla squadra mobile" ed una folla volutamente schierata per l'occasione, tra cui anche i membri l'associazione AddioPizzo che ha già smentito

“i veri poliziotti che hanno fatto quella cattura si sono vergognati e se ne sono andati e mi hanno telefonato, mi hanno detto qui stanno facendo uno schifo, perché hanno organizzato una messinscena davanti alla questura, portando le persone loro, con i pullman, per organizzare quell’apparente solidarietà alla polizia. Ma vi rendete conto di cos’è l’Italia? Che livello di bassezza abbiamo toccato? Che livello di mistificazione?”

Strane coincidenze mediatiche condivise a caldo anche da Pietro Orsatti sul suo blog:

c’è un aspetto in queste due operazioni che lascia perplessi. I tempi. Coincidenti con le accuse in aula a Dell’Utri e Berlusconi da parte del pentito Gaspare Spatuzza e con lo svolgersi della manifestazione No B Day, Un aspetto che avremmo volentieri tralasciato se il premier Silvio Berlusconi non si fosse affrettato a rilasciare questa dichiarazione: «Credo sia una notizia che fa piacere a tutti gli italiani nel buon senso dei quali e nella loro capacità di giudizio non ho mai dubitato»

Dell'aspetto politico della vicenda non dovrebbe interessarci in questa sede, ma i gravi dubbi lanciati da Genchi sulle due operazioni antimafia fanno ugualmente riflettere.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: