Isernia: un uomo e una donna trovati morti in auto. Omicidio-suicidio?


    20.38 - I carabinieri confermano l'ipotesi omicidio-suicidio. Giuseppe Del Riccio avrebbe ucciso Franca Iaciofano con un fucile a canne mozze, arma con cui l'uomo si sarebbe poi tolto la vita sparandosi all'addome.

Non si aveva più notizia di loro da lunedì, ieri sera i corpi senza vita di due persone Giuseppe Del Riccio, 59 anni, e Franca Iaciofano, 50, sono stati trovati in un'auto parcheggiata in un bosco, in località Valle Soda di Isernia. Si tratterebbe di un caso di omicidio-suicidio, ma nessuna ipotesi allo stato viene esclusa dagli investigatori.

I familiari di entrambi ne avevano denunciato l’allontanamento volontario da casa all’inizio della settimana. Nell’auto che si trovava in una zona impervia i carabinieri hanno rinvenuto un fucile a canne mozze. A dare l'allarme ieri pomeriggio era stato un uomo che addentrandosi in quella parte del bosco, difficile da raggiungere, ha notato la Rover dentro cui sono stati trovati i cadaveri.

Del Riccio secondo i primi rilievi medico-legali ha i segni di una ferita d’arma da fuoco all’addome, la donna a una prima ispezione cadaverica non presenterebbe ferite evidenti: la scientifica e il medico legale sono al lavoro per eseguire tutti gli accertamenti del caso.

Le indagini sono coordinate dal pm Marco Gaeta. Da quel che si è appreso Giuseppe Del Riccio, che era appassionato di caccia e conosceva bene la zona di Valle Soda, in questo periodo non stava lavorando, Franca Iaciofano era invece impiegata in un'impresa di pulizie. Lui e la donna lasciano tre figli ciascuno.

Foto © TMNews

  • shares
  • Mail