Chicago, sparatoria in un parco: uccisa la 15enne Hadiya Pendleton

Omicidio nella notte a Chicago, una sparatoria ancora avvolta nel mistero costata la vita ad un'adolescente che si trovava a passare di lì per casa. Hadiya Pendleton, 15 anni, era rimasta a scuola fino a tardi per via di un esame e sulla via del ritorno si è fermata con alcuni compagni nei pressi di un parchetto nella zona a sud della città in attesa che smettesse di piovere.

Lì, secondo l'ultima ricostruzione delle autorità, un uomo armato sarebbe corso verso di loro ed avrebbe esploso almeno sei colpi di pistola, raggiungendo l'adolescente alla schiena, uccidendola sul colpo, e ferendo gravemente un suo amico, il 17enne Lawrence Sellers, colpito alla gamba da uno dei proiettili.

Gli inquirenti stanno indagando a 360 gradi. Per il momento sarebbe stata accertata la presenza nel piccolo parco di diverse gang, probabilmente in conflitto tra di loro. Il gruppetto di studenti, riferisce la stampa locale, non aveva alcun collegamento con quei piccoli criminali locali ed è molto probabile che abbiano avuto la sfortuna di trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato.

Il killer, ipotizzano le autorità, avrebbe agito in maniera del tutto casuale - forse scambiando quegli studenti per membri di gang rivali - e sarebbe fuggito in auto subito dopo facendo perdere le proprie tracce.

La polizia ha reso noto di aver già ascoltato tutte le persone presenti nel parco e che nessuno di loro ha fornito informazioni utili all'identificazione del killer.

Anche gli amici della giovane, sentiti dagli inquirenti, hanno confermato che la 15enne non aveva alcuna affiliazione a gang locali, "era una ragazza amata da tutti, che scherzava con tutti". Solo pochi giorni fa, insieme alla banda musicale della sua scuola, aveva partecipato alla parata per l'inaugurazione del secondo mandato del presidente degli Stati Uniti Barack Obama a Washington.

Le indagini proseguono.

Via | CBS Chicago

  • shares
  • Mail