Omicidio Claps, processo d'appello rinviato al 20 marzo: si attende estradizione di Restivo

DaniloRestivo

E' iniziato stamattina davanti alla corte d'assise d'appello di Salerno e subito rinviato al prossimo 20 marzo il processo di secondo grado per l'omicidio di Elisa Claps. La decisione è stata presa dopo pochi minuti di camera di consiglio per un semplice motivo: l'unico imputato nel procedimento, Danilo Restivo, già condannato in primo grado a 30 anni di carcere, non è riuscito a prender parte all'udienza per legittimo impedimento.

I giudici inglesi, chiamati ad esprimersi sull'estradizione temporanea dell'imputato - che sta scontando una condanna all'ergastolo per l'omicidio di Heather Barnett - non avrebbero ancora dato l'ok. Da qui la decisione di prendere quasi due mesi di tempo nella speranza che Restivo venga autorizzato a tornare temporaneamente in Italia.

Prima del rinvio dell'udienza ha preso la parola il nuovo legale di Restivo, l'avvocato Alfredo Bargi, che ha ribadito ancora una volta l'innocenza dell'imputato e la sua intenzione di prender parte alle udienze per raccontare la sua versione dei fatti.

A giusta ragione Restivo si proclama innocente. Agli atti non c'è la prova della sua responsabilità ed è la convinzione della difesa. Questo è un processo indiziario. […] L'affermazione di responsabilità deve basarsi su prove concrete che abbiano un riferimento storico e soprattutto gli indizi devono collegarsi tra di loro per formare una prova rassicurante. Questo è un processo indiziario non è un processo in cui c'é una certezza. E' tutto un problema di valutazione degli indizi, di approfondimenti di varie piste. Quando dico che Restivo fa bene a dirsi innocente la convinzione della difesa non è di stile.

Immediato anche il commento di Gildo Claps, fratello di Elisa, che poco prima del rinvio del processo aveva dichiarato di non avere idea che Restivo volesse venire in Italia ed ha attaccato la difesa dell'uomo, parlando di "argomentazione pretestuosa e tattica dilatoria della difesa. Per 20 anni Restivo non ha raccontato la verità dubito possa farlo adesso".

Si tornerà in aula, forse con lo stesso Restivo presente, il prossimo 20 marzo.

  • shares
  • Mail