Berlino, le autorità smentiscono l'attacco con acido: allarme rientrato

19.50 - L'agenzia di stampa tedesca DPA, citando un portavoce della polizia di Berlino, ha confermato che la sostanza che stamattina ha provocato problemi respiratorio a due dipendenti di una ditta che installa cartelloni pubblicitari era effettivamente una sostanza tossica. Nulla a che vedere con l'acido fluoridrico: si sarebbe trattato di una sostanza contenuta nelle bombolette utilizzate per fare i graffiti.

E' vero che è stata trovata una sostanza tossica nelle sei stazioni dei bus e dei tram transennate stamattina. Ma si tratta di una sostanza utilizzata per fare i graffiti. L'episodio di stamani - ha aggiunto - non ha nulla a che fare col terrorismo.

10.55 - Le autorità, dopo un'attenta analisi, hanno smentito l'attacco e la presenza di acido fluoridrico nell'area. La causa dei danni alle fermate degli autobus e le irritazioni segnalati dai due dipendenti della società non sono ancora stati chiariti.

L'area, parzialmente bloccata alle 7 di stamattina, sta lentamente riaprendo al traffico. L'allarme, lo riferiscono i quotidiani locali, sembrerebbe definitivamente rientrato.

Berlino, attacco con acido fluoridrico nel centro della città

La centralissima Alexanderplatz, a Berlino, è stata chiusa al traffico questa mattina per un presunto attacco con dell'acido fluoridrico a sei diverse fermate dell'autobus. Secondo quanto riferiscono i quotidiani locali, ignoti avrebbero distrutto le pareti delle vetrate lungo la Karl-Liebknecht-Strasse, la via principale di Berlino, e versato il velenossisimo acido fluoridrico, estremamente tossico sia per inalazione della forma gassosa che per contatto con la soluzione acquosa.

Un portavoce della polizia ha confermato allo Spiegel di aver già inviato sul posto gli esperti forensi, che hanno chiuso la zona per evitare danni alla popolazione, almeno in attesa che venga fatta chiarezza sulla situazione e venga accertata la reale composizione della sostanza.

La stampa locale riferisce che due dipendenti di una società che installa cartelloni sono stati trasportati in ospedale dopo aver lamentato problemi alla gola e difficoltà respiratorie. Anche altri cittadini, secondo le ultime indiscrezioni, avrebbero riportato gli stessi sintomi.

Foto © Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail