La riforma della giustizia per il MoVimento 5 Stelle

Il programma a cinque stelle del movimento politico fondato da Beppe Grillo, ora alla prova delle elezioni politiche, non dice nulla di preciso su come riformare la giustizia. Sicuramente dirigenti e iscritti del partito avranno le idee chiare in merito, dopo ore, settimane e mesi di confronti sui contenuti, ma nella proposta politica del MoVimento 5 Stelle il tema della giustizia sembra non abbia avuto lo spazio che forse era necessario.

Nel programma si fa riferimento alla necessità di introdurre una vera class action che, sul modello anglosassone, tuteli i diritti dei cittadini-consumatori. Si parla dell’abolizione delle scatole cinesi in Borsa, della non eleggibilità a cariche pubbliche per i condannati, ma sul funzionamento della giustizia non abbiamo trovato nulla da leggere. Il programma ufficiale, scaricabile online, è diviso in sette sezioni e si compone di quindici pagine.

Alla voce "Informazione" si legge della proposta di:

Depenalizzazione della querela per diffamazione e riconoscimento al querelato dello stesso importo richiesto in caso di non luogo a procedere (importo depositato presso il tribunale in anticipo in via cautelare all’atto della querela).

Grillo a novembre aveva dichiarato che:

«Prima delle politiche il programma sarà  integrato e migliorato dagli iscritti» .

E la questione è avvertita per primo proprio dai simpatizzanti del MoVimento 5 Stelle: meno di una settimana fa un iscritto sul forum del blog beppegrillo.it diceva:


"non pensate che sia doveroso e anche proficuo inserire tra le tante stelle del movimento un punto programmatico su una riforma della giustizia? non capisco come sia possibile tralasciarla. se è vero che dobbiamo completarlo e ampliarlo sto programma io credo debba comparire tra i punti fondamentali. anche perché poi della giustizia sia penale che sociale il movimento ne fa una bandiera. come prima proposta io ci metto il blocco della decorrenza della prescrizione al momento del rinvio a giudizio. da quando si fa il processo non c'è piu prescrizione. spero si apra una discussione e venga inserita".

Sparsi tra i sette punti programmatici ci sono altri accenni a temi relativi alla giustizia come la cancellazione del lodo Alfano e l’insegnamento della Costituzione con l’obbligo di esame per ogni funzionario pubblico.

Foto © Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail