Padova: Monica Cabrela in preda a raptus uccide il figlio di 3 anni a coltellate, disposto il fermo per omicidio volontario

Attimi di follia ieri sera a Curtarolo, a 20 chilometri da Padova, dove una donna di 35 anni in preda ad un raptus provocato dalla depressione post parto ha ucciso a coltellate il figlio di tre anni.

Erano da poco passate le 19 e il marito della donna, Gianni Bellato, 40 anni, era uscito di casa per comperare la pizza per cena. In poco meno di mezz'ora è successa la tragedia.

Monica Cabrele, 35 anni, ha preso un coltello da cucina ed ha iniziato a colpire il figlio di tre anni, uccidendolo.

Poi, mentre la figlia di appena tre mesi stava dormendo nella stanza di fianco, è caduta in una sorta di stato di trance, con il cadavere del figlio in grembo e il coltello ancora in mano.

E' così che l'ha trovata il marito e così è rimasta fino all'arrivo delle forze dell'ordine, che non hanno potuto far altro che ricoverarla nel reparto di psichiatrica dell'ospedale di Padova.

La donna non ha ancora parlato e in attesa di poterla interrogare il pm Orietta Canova ha disposto il fermo per omicidio volontario.

Via | Il Secolo XIX

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: