Omicidio Emanuele Fadani: arrestato il rom latitante Elvis Levakovic

Elvis Levakovic

Poco dopo la conclusione dei funerali di Emanuele Fadani, pestato a morte l'11 novembre scorso tra rom ubriachi, le autorità di Alba Adriatica hanno arrestato il terzo responsabile del pestaggio, Elvis Levakovic, di 22 anni.

Il giovane non era fuggito come si pensava, ma si era nascosto in una palazzina non molto lontano dal luogo del pestaggio. Al momento si trova nella stazione dei carabinieri di Martinsicuro, dove sono in corso gli interrogatori.

Gli altri due rom precedentemente arrestati, Danilo Levakovic e Sante Spinelli, hanno cambiato la loro versione dei fatti.

Prima sostenevano di non aver toccato Fadani neanche con un dito, ora affermano di averlo picchiato, ma di non aver sferrato il colpo mortale, che attribuiscono all'ultimo arrestato.

Anche per lui, in attesa di ulteriori accertamenti, l'accusa è di concorso in omicidio volontario.

Nel frattempo i familiari di Emanuele chiedono giustizia per bocca del fratello dell'uomo, Fabrizio Fadani:

Agli assassini di mio fratello posso dire 'Vergognatevi!', Emanuele gli gridava 'Basta!' ma loro non gli hanno dato ascolto. Mi auguro che vengano assicurati alla giustizia e non vorrei che sua figlia Giorgia li dovesse incontrare un giorno per strada. Lo Stato che oggi è intorno a noi, non vorremmo che domani se ne andasse, significherebbe uccidere Emanuele due volte. Fateci tornare a vivere, a vivere nella nostra città.

Via | Il Tempo

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: