Duplice omicidio fratelli Palummieri: Riccardo Bianchi condannato all'ergastolo

omicidiofratelliPalummieri

Riccardo Bianchi, il 21enne reo confesso del duplice omicidio dei fratelli Palummieri - Ilaria e Gianluca, di 24 e 20 anni - uccisi a Milano tra il 23 e il 24 giugno 2011, è stato condannato all'ergastolo. Lo ha stabilito ieri, dopo oltre sei ore di camera di consiglio, il gup di Milano Andrea Salemme.

Le accuse per il giovane erano pesantissime: omicidio aggravato dalla premeditazione, violenza sessuale e sequestro di persona, con questi due ultimi reati relativi a quando Ilaria, sua ex fidanzata, era ancora in vita. Accuse così pesanti che nemmeno la scelta del rito abbreviato, che prevede lo sconto di un terzo della pena, è riuscita ad evitargli una condanna all'ergastolo.

Stando a quanto emerso nel corso delle indagini - e confermato in sede processuale - il 22enne ha ucciso prima Gianluca Palummieri con almeno una ventina di coltellate, poi gli ha sottratto le chiavi di casa e si è recato nell'appartamento che il giovane divideva con sua sorella Ilaria, ex fidanzata di Bianchi.

Una volta lì, ne abbiamo parlato più volte in passato, ha svegliato Ilaria, le ha confessato di aver ucciso il fratello ed è rimasto lì per ore: l'ha legata, ha abusato di lei e infine l'ha uccisa soffocandola con un sacchetto di plastica. E tutto questo perchè Ilaria aveva deciso di lasciarlo.

Il giovane, dichiarato capace di intendere e di volere al momento dei fatti, è stato condannato anche a versare una provvisionale per i parenti delle vittime: 1 milione di euro per la zia, lo stesso per il padre e la sorella, 500 mila euro per la nonna.

Il difensore di Bianchi, l'avvocato l'avvocato Gianluigi Bonifati, ha già annunciato l'intenzione di ricorrere in appello. Come al solito sarà necessario attendere che verranno depositate le motivazioni della sentenza prima di avere un quadro più completo.

  • shares
  • Mail