Incipit noir - Nomination

La voce calda e vellutata di Mike Powell coprì le ultime note dello spot pubblicitario in dissolvenza.
"Adesso, amici che siete a casa, attenzione. Mancano soltanto quattro minuti al termine del voto. Quattro minuti e conosceremo il primo verdetto, finalmente sapremo chi sarà il primo a lasciare il ranch. Guardate questi volti. Tenete a mente i loro nomi. Domani uno di loro non ci sarà più".
La telecamera puntò sulle otto persone riunite nel salone ricavato dalla stalla e ribattezzato Studio Uno.

[...] "Vai sulla busta" ordina il regista al cameraman "sulle mani che aprono la busta. E tu, Mike, aprila molto lentamente, senza fretta, e parla piano, a bassa voce. Lascia che si senta distintamente la musica".

Mike Powell recepì l'ordine e con grande calma diede il via all'operazione. Mentre le sue mani frugavano nella busta, continuò a parlare: "Ancora pochi istanti e sapremo chi sarà il primo concorrente a morire. Il suo nome è scritto nel biglietto che sto per estrarre da questa busta. Dopo questa eliminazione ci sarà una tregua di sette giorni e sabato prossimo toccherà ad un altro morire. Ma restiamo ad oggi. Dunque, gli Stati Uniti d'America hanno stabilito che il primo concorrente a essere giustiziato e a lasciare il ranch sarà..."

Un'ultima pausa. "Vai sulle facce" gridò il regista.
Le otto facce dei concorrenti passarono nuovamente una a una sullo schermo, finché Mike Powell scandì un nome e cognome. Poi lo stacco pubblicitario di un jeans.
"Restate con noi".

Nomination - Leggo Gurrado (Fanucci Editore). La storia incredibile di un reality show che mette in palio la vita dei condannati alla sedia elettrica. Insieme in un ranch, ne "dovrebbe restare" in vita solo uno...

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: