Cleveland, Ohio: nascondeva i cadaveri di 6 donne in casa, arrestato il presunto serial killer Anthony Sowell


Nascondeva all’interno della propria abitazione i cadaveri di sei donne “in avanzato stato di decomposizione”. Siamo a Cleveland, Ohio, dove la polizia ha arrestato sabato Anthony Sowell, 50 anni. L’uomo, vecchia conoscenza della forze dell’ordine, era libero dal 2005 dopo aver scontato una condanna a 15 anni di carcere per uno stupro commesso nel 1989.

Come tutti i maniaci sessuali “censiti” Sowell era tenuto a presentarsi ogni tre mesi alla polizia. Ad incastrare il presunto serial killer non sono stati però i controlli periodici, ma la denuncia di una donna che Sowell aveva violentato e tentato di strangolare dopo averla invitata a casa sua per bere una birra.

La donna era poi riuscita a scappare e a mettersi in salvo come riporta Fox News. Quando la polizia ha fatto irruzione nell’abitazione di Sowell, la macabra scoperta: cinque cadaveri in casa e uno nel giardino. Per il medico legale le morti risalirebbero a parecchi mesi fa; su alcuni cadaveri sono stati riscontrati segni di strangolamento.

Le vittime, non ancora identificate, sarebbero state adescate in locali pubblici e poi invitate a recarsi a casa dell'arrestato per un drink. Sowell, dopo essere stato fermato, ha provato a negare le proprie generalità fino a quando non è stato sottoposto dagli agenti al controllo delle impronte digitali.


Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: