UK, caso Jimmy Savile: possibile risarcimento dalla BBC e dal sistema sanitario nazionale

Il caso Jimmy Savile continua a far discutere tutta l'Inghilterra e non solo. Ora che le indagini sui numerosi abusi sessuali compiuti dal noto conduttore inglese si sono concluse - proseguono, invece, le inchieste parallele su presunti complici dell'uomo - è tempo di pensare a come risarcire le oltre 200 vittime accertate. E soprattutto, visto che il colpevole è ormai deceduto, bisogna chiarire a chi poter chiedere il risarcimento.

Molti degli abusi, compiuti dagli anni '70 fino agli ultimi anni della sua vita, sarebbero avvenuti negli studi della BBC e nei vari ospedali (ben 13) in cui Savile, sfruttando la sua notorietà e approfittando del suo status di benefattore, era solito recarsi in vita ai bambini ricoverati. In oltre 40 anni di abusi, come è possibile che nessuno si sia accorto di nulla? E' impossibile ed è evidente che in molti abbiano aiutato a coprire le malefatte di Savile. Ed è proprio a queste persone che i legali delle varie vittime intendono chiedere importanti risarcimenti.

Difficile stabilire chi fosse a conoscenza della malata passione di Savile per i minorenni, così come è impossibile capire chi l'abbia aiutato. Da qui la decisione, emersa in queste ultime ore, di provare a rifarsi proprio sulla BBC e sul sistema sanitario nazionale.

A questi colossi, ne sono certi gli avvocati che rappresentano le numerose vittime, si può attribuire la responsabilità di non esser stati in grado di fermare un pericoloso e noto pedofilo. Questo basterebbe per un risarcimento milionario, ma è ancora presto per capire se e come questa idea riuscirà ad andare in porto.

Il rapporto di Scotland Yard e dell'assocazione NSPCC parla chiaro: Jimmy Savile ha passato ogni minuto della sua vita pensando a come abusare bambini e come sfruttare il suo status di celebrità per farlo. Tra le vittime, ne parla in queste ore la stampa britannica, ci sono anche bambini e bambine di età inferiore ai 10 anni, alcuni dei quali molestati dal conduttore a scuola, in una delle sue visite.

Tra le ultime accuse mosse nei confronti di Savile ce ne sono due che hanno dell'incredibile: una bimba ha raccontato di esser stata molestata nel 2006 dietro le quinte della trasmissione tv Top Of The Pops, mentre sembra ormai accertata la violenza nei confronti di una bimba in punto di morte, ricoverata nel 1971 all'ospedale di Great Ormond Street a Londra.

Ne sapremo di più nel corso delle prossime settimane.

Via | The Guardian
Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail