Quarto Grado - La puntata dell'11 gennaio 2013

La scomparsa di Roberta Ragusa

L'ultimo caso della puntata riguarda la scomparsa di Roberta Ragusa. Un servizio ricostruisce i fatti: il marito Antonio Lolli è l'unico indagato.

Alessandro Meluzzi afferma che gli uomini che portano avanti una situazione di infedeltà nei confronti della moglie possono produrre comportamenti schizoidi e fanno goffi tentativi per proteggere l'amante.

Enrico Gallinaro, avvocato e zio di Roberta Ragusa, ha affermato che ci sono indizi importanti ai danni di Lolli.

Il parere del medico legale Dalila Ranalletta riguardo il graffio di Antonio Lolli:

Il graffio può dare buone indicazioni se viene analizzato.

Le dichiarazioni di Elisa Pozza Tasca, presidente Associazione Penelope:

Noi vogliamo ricordare agli inquirenti che servono delle risposte. Noi abbiamo rivelato che Roberta era sola, non aveva una famiglia. Il marito ha aspettato tutta la mattina per fare la denuncia, è scomparsa nella notte e se ne accorto solo la mattina.

L'inviata Francesca Carollo intervista un'amica di Roberta Ragusa, Cinzia Guidi. Queste sono le sue dichiarazioni:

Domani ci sarà una manifestazione. In quest'anno ho lottato molto per trovare una verità. Ci sarà un corteo e verrà celebrata una messa. Mi auguro una partecipazione numerosa.

La scomparsa di Vincenzo Calcagno Giarrusso

Il prossimo caso vede protagonista la madre di Vincenzo Calcagno Giarrusso, il ragazzo scomparso a Capodanno a Paternò, che ha deciso di fare un appello:

Se qualcuno ha visto Vincenzo, chiami la redazione.

Vincenzo soffre di talassemia e ha bisogno di una trasfusione ogni 15 giorni.

Il rapimento di Andrea Calevo

Il terzo caso riguarda il rapimento dell'imprenditore Andrea Calevo. Un servizio riassume i fatti e ci mostra il momento del ritrovamento.

Andrea Calevo, collegato in diretto, rilascia le seguenti dichiarazioni:

Non so perché sono stato rapito, neanche i miei rapitori mi hanno risposto. All'inizio non pensavo ad un rapimento, mi dissero che mi avrebbero lasciato dopo qualche km. Poi mi hanno portato in un bunker, pensavo ad un rapimento lampo e invece era un rapimento a tutti gli effetti. Durante il tragitto, bendato, ho contato le curve per capire dove stavamo andando, è un gioco che ho sempre fatto. Ho sentito la voce di una donna, la prima sera. Non so se posso dire quello che ha detto, poche parole.

Le dichiarazioni del comandante dei Ros, Paolo Storoni:

Dopo aver individuato la pista, abbiamo fatto trascorrere ulteriori giorni perché non volevamo rischiare l'incolumità di Calevo. La pizza voluta da Andrea è stato un elemento determinante per individuare dove si trovava Andrea.

Un successivo servizio è dedicato a Mohammed, muratore marocchino che lavorava per Pierluigi Destri, mente del rapimento di Calevo, è scomparso nel nulla. La moglie Zobida ha ricevuto una lettera con su scritto: "Tuo marito è finito". Dopo l'arresto di Destri per il rapimento di Calevo, la donna spera che venga riaperta l'indagine per la scomparsa di Mohammed.

Ilaria Mura Delitala conferma che il caso è stato riaperto.

Le dichiarazioni di Laura Calevo, sorella di Andrea:

Andrea non è cambiato dopo questa esperienza. E' maturato e non ha perso la fiducia nelle persone.

L'omicidio di Melania Rea

Il secondo caso analizzato da Quarto Grado riguarda l'omicidio di Melania Rea, uccisa dal marito per un rapporto sessuale negato.

Un servizio riepiloga ciò che sarebbe successo: Parolisi, dopo aver tentato un approccio sessuale, viene rifiutato dalla moglie. L'uomo, sentitosi umiliato per il fatto che ormai Melania era diventata una figura predominante nella coppia, colpisce ripetutamente la donna con un coltello. Parolisi, successivamente, si cambia d'abito e inizia a costruire il suo alibi.

In studio, ci sono Walter Biscotti e Nicodemo Gentile, avvocati difensori di Parolisi. Le dichiarazioni di Biscotti:

Noi affrontiamo con serenità il giudizio d'appello. Ci sono contraddizioni. Il quadro accusatorio è stato smentito.

Le dichiarazioni di Gentile:

Le motivazioni non danno il quadro esatto della personalità di Parolisi e di Melania. Parolisi ha riso quando ha sentito queste motivazioni. Alcune motivazioni del giudice esulano dal giudizio tecnico.

Un servizio di Simone Toscano riporta la dichiarazione di Parolisi finita anche nella sentenza:

Me ne ha fatte passare, me ne ha fatte passare, ogni giorno mi umiliava.

Barbara Palombelli sostiene che i jeans e le calze di Melania Rea erano perfettamente arrotolati, quindi abbassati volontariamente dalla donna, soltanto davanti al marito. L'avvocato Biscotti:

Sono semplici ipotesi che non trovano conferma nei dati oggettivi.

L'avvocato Mauro Gionni, avvocato della famiglia Rea:

Non faremo appello. Siamo soddisfatti delle motivazioni che riconoscono l'impianto accusatorio. Riconoscono le bugie di Parolisi e lo condanna all'ergastolo.

L'avvocato Biscotti sulla sentenza del giudice Tombolini:

In quella sentenza, descrivere Melania come una specie di tiranno o di strega è sbagliato e non rende giustizia alla donna. Salvatore e Melania si volevano bene.

Il mistero di Los Roques

Il primo caso di questa puntata di Quarto Grado riguardo il mistero dell'aereo sul quale viaggiava anche Vittorio Missoni, diretto a Caracas, in Venezuela, e misteriosamente scomparso dal radar. Un servizio elenca le possibili ipotesi tra le quali un dirottamento da parte dei narcotrafficanti.

In studio, c'è Debora Napoli, sorella di Fabiola Napoli. Quest'ultima, cinque anni fa, insieme al marito Stefano Fragione, è scomparsa in aereo a Los Roques nelle medesime circostanze, durante il viaggio di nozze.

Debora afferma che Fabiola e Stefano non sapevano assolutamente che Los Roques fosse un posto così denso di misteri, un luogo quasi maledetto. La donna confessa di vivere in uno stato di "sospensione temporale" ossia di non sapere con certezza se credere al fatto che Fabiola possa essere ancora viva. Secondo Debora Napoli, le indagini su queste scomparse vengono indirizzate altrove per non danneggiare il turismo: secondo la donna, le cause possono essere scarsa manutenzione dei velivoli o il narcotraffico.

L'avvocato Davide Virardi, con molta sicurezza, tiene aperta l'ipotesi dei Narcos e del traffico di droga. L'avvocato spiega il modus operandi dei narcotrafficanti: trasferire i passeggeri in Colombia e riempire i sedili dell'aereo di droga.

Bruno Barra, esperto nella sicurezza dei voli, esclude categoricamente che un fulmine possa aver disintegrato completamente l'aereo.

L'inviato Angelo Macchiavello, con un servizio, ci mostra cosa succede all'interno di uno dei velivoli che viaggiano solitamente da Los Roques a Caracas. Il pilota sottolinea che questo tipo di aerei, in condizioni meteorologiche difficili, sono molto complicati da gestire. L'aereo attraversa anche la parte di mare nella quale l'aereo in cui viaggiava Missoni è scomparso dal radar.

L'inviato, in diretta da Los Roques, non crede all'ipotesi del dirottamento soprattutto dopo aver constatato le modeste proporzioni di questi velivoli.

Un servizio spiega che l'ipotesi del sequestro è la più attendibile: chi ha avuto il controllo dell'aereo, ha fatto scomparire volutamente le tracce, volando a bassa quota, quasi a pelo d'acqua. Così facendo, l'aereo diventa "invisibile" come confermato in studio da Barra.

Macchiavello dichiara che in Venezuela c'è interessi affinché la situazione venga definitivamente chiarita soprattutto per non danneggiare il turismo. Debora Napoli, invece, afferma che a fine gennaio inizieranno le ricerche sul punto di mare dove l'aereo è scomparso.

Quarto Grado puntata 11 gennaio 2013

Gli sviluppi sul caso di Melania Rea (ed il coinvolgimento del marito Salvatore Parolisi) sono al centro del nuovo appuntamento con Quarto Grado, il programma di Retequattro condotto da Salvo Sottile, in diretta dal centro Palatino di Roma, stasera, alle ore 21.10. Il settimanale a cura di Siria Magri esamina la ricostruzione del giudice di Teramo, Marina Tommolini assieme agli avvocati di Parolisi: Walter Biscotti e Nicodemo Gentile.

Nel corso della puntata, il giornalista, con Sabrina Scampini, indaga anche sul mistero di Los Roques e la possibilità di trovare ancora in vita lo stilista Vittorio Missoni e la moglie (assieme agli amici e al resto dell'equipaggio). Si riparla, inoltre, della scomparsa di Roberta Ragusa e il rapimento di Andrea Calevo. L'approfondimento giornalistico mostrerà documenti inediti del blitz che hanno portato alla liberazione del giovane imprenditore ligure e l’analisi dei particolari tecnici delle indagini svolte dagli inquirenti. Su Crimeblog, il consueto appuntamento con il liveblogging della trasmissione.

  • shares
  • Mail