Caselle Torinese, omicidio Michael Capello: il romeno Ciprian Prihoanca ha confessato

Svolta nelle indagini sull'omicidio di Michael Capello, il carrozziere di 22 anni ucciso l'11 dicembre scorso con oltre 50 coltellate nella sua abitazione a Caselle Torinese: la notte scorsa, al termine di un lungo interrogatorio, il suo coinquilino ha confessato il delitto.

Ciprian Prihoanca, romeno di 24 anni, era tra i principali sospettati ed era già finito in manette perchè trovato in possesso di 80 grammi di marijuana. Di fronte al magistrato ha deciso di vuotare il sacco, spiegando le modalità del delitto e il movente, che contrariamente a quanto emerso in principio non ha nulla a che vedere con lo spaccio di droga:

Gli avevo chiesto di poter dormire da lui come avevo fatto già altre volte. Michael mi ha ospitato. Durante la notte ho avuto fame e ho cercato qualcosa da mangiare. Ho trovato un pezzo di pane ed ho preso il coltello per tagliarlo. I rumori però hanno svegliato Michael che stava dormendo e che si è arrabbiato insultandomi e dandomi una spinta. Ho perso la testa e l'ho colpito con il coltello.



Ad aiutare il giovane, ne sono convinti gli inquirenti, un ingente quantitativo di alcol e dosi abbondanti di cocaina. Prihoanca, in definitiva, sembra essere l'unico responsabile. Del tutto estraneo al delitto, invece, è il panettiere romeno Marian Claudiu Cioroga, che nei giorni scorsi aveva diviso l'appartamento con Capello.

Il giovane, pur non essendo sospettato del delitto, era stato iscritto nel registro degli indagati per dare la possibilità agli inquirenti di effettuare accertamenti tecnici del caso.

Foto © Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail