Napoli, esplosione nell'auto che trasporta botti di Capodanno: due giovani feriti

Due ragazzi sono rimasti gravemente feriti nell’esplosione di un’auto carica di fuochi pirotecnici e "botti" di capodanno. È accaduto ieri pomeriggio a Napoli nella zona orientale della città. I due giovani di 18 e 19 anni sono ora ricoverati all’ospedale Loreto Mare con ustioni di primo e secondo grado al viso, alle gambe e alle braccia.

Non sono in pericolo di vita. Ai poliziotti hanno raccontato che non trasportavano botti per festeggiare l’ultimo giorno dell’anno ma che qualcuno avrebbe lanciato nella loro auto in corsa e dall’esterno un ordigno esplosivo. La versione è al vaglio degli agenti, ma sembra poco credibile. Di sicuro c’è che quel che è scoppiato doveva avere un potenziale medio-alto visto che la vettura è stata praticamente sventrata dall’esplosione che ha ferito in modo lieve anche il conducente di un autobus di linea.

E alle prime luci del giorno di oggi ad Avellino, con l’intensificarsi dei controlli contro la vendita di botti illegali per Capodanno, sono state sequestrate dalla Guardia di Finanza 212 bombe-carta artigianali, tipo "cipolla" che secondo i militari avrebbero potuto provocare una strage. Il materiale era occultato all’interno di un garage di un grosso condominio.

Sempre stamattina, a Salerno, sono stati messi sotto sequestro più di 2 quintali di materiale esplodente illegale dalle Fiamme Gialle del comando provinciale. I manufatti erano detenuti in casa da un 25enne di Nocera che è stato denunciato.

Foto © Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail