New York, omicidio nella metro. Arrestata Erika Menendez: "Odio induisti e musulmani"


E' durata poche ore la fuga di Erika Menendez, la donna ispanica di 31 anni che giovedì sera a New York, senza un motivo apparente, ha spinto un uomo sui binari della metropolitana proprio mentre stava arrivando un treno, assicurandolo a morte certa.

Ora, a distanza di pochi giorni e in seguito all'arresto della donna da parte delle autorità locali, il quadro è più definito: Sunado Sen, immigrato indiano di 46 anni, è stato ucciso da una folle che, per sua stessa ammissione, era diventata razzista dopo gli attentati dell'11 settembre 2001:

Ho spinto un musulmano sui binari perchè odio gli induisti e i musulmani da quando nel 2001 hanno buttato giù le torri gemelle.

E' questa l'unica motivazione fornita dalla 31enne, identificata e arrestata in poche ore grazie ai filmati delle telecamere di sicurezza installate nella stazione del Queens in cui è avvenuto l'omicidio. Grazie alla sua confessione è stato molto semplice formulare le accuse: Erika Menendez è stata rinchiusa nel carcere di Brooklyn con l'accusa di omicidio di secondo grado motivato dall'odio razziale.

Via | New York Magazine
Foto © Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail