Roma, transessuale gettato dalla finestra: tre arresti per tentato omicidio

Tre cittadini romeni sono stati arrestati nella Capitale con l'accusa di tentato omicidio in relazione ad un episodio verificatosi il giorno di Natale nel quartiere romano di Tor Pignattara: i tre, la mattina del 25 dicembre, si sarebbero recati in un appartamento abitato da tre transessuali e dopo averli aggrediti verbalmente e minacciati con una pistola, ne hanno scaraventato uno dalla finestra.

La vittima, un transessuale brasiliano di 40 anni, è stata presa di forza e lanciata dal secondo piano. Il repentino intervento dei soccorsi ha evitato il peggio, ma le sue condizioni sono ancora gravi: è ricoverato in ospedale in pericolo di vita.

Le indagini sono state relativamente brevi: uno degli aggressori aveva avuto una relazione con uno dei transessuali residenti in quell'abitazione, in via degli Angeli, è la testimonianza dei due coinquilini della vittima è stata fondamentale per l'identificazione dei tre romeni.

Il tentato omicidio, secondo fonti investigative, sarebbe da ricondurre al racket della prostituzione. Pare che i tre romeni si fossero presentati a casa dei transessuali chiedendo del denaro. Di fronte al rifiuto dei tre sarebbero scattate le violenze, botte e minacce con una pistola fino al tragico epilogo.

Il primo ad essere identificato e rintracciato è stato l'ex compagno del transessuale. Con lui è stato rintracciato anche un secondo complice, mentre il terzo romeno è stato bloccato in un'abitazione di via Niutta, lo stesso appartamento in cui vivevano da tempo i due romeni. Per loro sono scattate le manette con l'accusa di tentato omicidio.

  • shares
  • Mail