Fermati due motociclisti dei Mongols: nascondevano un arsenale di armi bianche

Due motociclisti del gruppo Mongols, sono stati fermati oggi dalla polizia per un normale controllo di routine nell'area di servizio Versilia dell'autostrada Livorno-Sestri Levante. Il loro atteggiamento è sembrato subito sospetto agli agenti che hanno così deciso di perquisire loro e l’auto sulla quale viaggiavano.

Addosso a uno dei due motociclisti è stata rinvenuta una pistola calibro 22 con il colpo in canna (rubata anni fa in un'abitazione di Massa Carrara) e altri 21 proiettili di quel calibro. In auto c’erano poi passamontagna, sei paia di guanti, due coltelli tipo serramanico, due mazze in ferro, due in legno e un tirapugni.

A quel, punto i poliziotti della Mobile di Lucca, Massa e La Spezia, sono andati a perquisire le abitazioni dei due bikers dei Mongols - questo è il loro sito ufficiale - che hanno un importante club house a Massa Carrara, trovando un piccolo arsenale di armi bianche e non solo: machete, spade, pugnali, tirapugni, nunchaku balestre, manette, un fucile elettrico, un giubbotto antiproiettile, delle mazze chiodate, armi soft air, archi con frecce, mazze da baseball, carabine e anche dell’esplosivo da cava.

Foto © Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail