Latina, Cristian Canò uccide il padre a bastonate: "Picchiava mia madre"

Tragedia a Latina, dove un ragazzo di 18 anni, Cristian Canò, esasperato dalle continue liti tra i genitori e dagli abusi del padre nei confronti della madre, ha ucciso a bastonate il genitore, Gennaro Canò, 53 anni, e si è costituito.

E' accaduto venerdì pomeriggio al lido di Latina, dove Cristian aveva dato appuntamento al padre. Lo scopo dell'incontro era quello di chiarirsi, di spiegare al padre che avrebbe dovuto smettere di abusare delle madre, da cui era separato ormai da tempo. La situazione, però, è degenerata e il giovanissimo ha preso un bastone trovato sulla spiaggia e si è accanito contro il genitore.

Convinto di averlo soltanto ferito, il 18enne è tornato a casa lasciando il padre agonizzante sulla spiaggia. Mentre l'uomo veniva soccorso - è deceduto poche ore dopo all'ospedale Goretti di Latina - e le indagini venivano avviate, Cristian e sua madre si sono presentati in Questura per denunciare l'accaduto.

Non sapeva che nel frattempo il padre era deceduto e non immaginava che sarebbe stato arrestato. Così è stato: il 18enne fermato con l'accusa di omicidio, ha poi ricostruito l'esatta dinamica agli agenti, raccontando di aver agito soltanto per difendere la madre dalle continue vessazioni dell'ex marito.

Foto © TMNews

  • shares
  • Mail