Sabbione, Reggio Emilia: disoccupato stermina la famiglia

massacro reggio emilia sabbione

Sabbione, pochi km da Reggio Emilia, è stata teatro di un massacro: un disoccupato di 47 anni - le cui generalità non sono ancora state rese note - ha massacrato nella notte la famiglia. Sono caduti, sotto i colpi che ha inferto con una mazzetta da muratore e un coltello per disossare prosciutti, la moglie 45enne e il figlio di vent'anni. Ferito gravemente l'altro figlio di appena 4 anni, e la donna che ospitava la famiglia.

Il 47enne voleva farla finita dopo il massacro: per tentare il suicidio ha ingerito un mix, che sperava letale, di farmaci e alcool, per poi chiamare i Carabinieri. Ancora vivo, ma evidentemente non del tutto cosciente, ha tentato di uscire di casa, ha scivolato, battuto la testa, ed è finito in coma. Sapremo dirvi di più su questa strage nelle prossime ore.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: