Stalking a Monica Leoffredi: aristocratico a processo

Si era convinto che quella era la donna della sua vita e senza averla mai vista di persona né tantomeno conosciuta si era innamorato perdutamente si lei. Guardandola alla tv. Protagonista della vicenda è un 50enne, discendente di una famiglia aristocratica napoletana, rinviato a giudizio per stalking aggravato nei confronti della nota conduttrice televisiva RAI Monica Leoffredi.

Come riporta oggi Il Messaggero, cronaca di Roma, l’uomo, Goffredo Imperiali di Francavilla, le spediva accorate lettere d’amore in cui parlava di:

un sentimento così profondo da non essere esprimibile a parole.

Per gli investigatori il comportamento dell’uomo era solo molesto. Imperiali secondo le indagini sarebbe arrivato pure a pedinare la donna, a controllarne i movimenti in banca e a pensare che il figlio della Leoffredi fosse in verità suo, depositando in tribunale istanza per il riconoscimento.

Un incubo cominciato ad aprile del 2010 per la conduttrice, che aveva anche dovuto cambiare casa. Imperiali, pur di conoscerla, a novembre di quell’anno si era presentato sotto l'abitazione della donna, spacciandosi con la madre per un commercialista che doveva consegnarle importanti documenti e di persona.

Al portiere del palazzo l’aristocratico aveva fatto insistenti domande sugli orari e le abitudini della Leoffredi. Ora l'attende un processo per stalking aggravato dalla circostanza che in quel periodo la donna era incinta del suo secondo figlio. Il legale di Imperiali, avvocato Luigi Ciotti, confida che il processo farà luce su ogni aspetto di una vicenda che lui stesso definisce complessa.

  • shares
  • Mail