India, i due marò italiani tornano a casa: concessa licenza per il Natale

Buone notizie per Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i due marò detenuti in India dal febbraio scorso con l'accusa di omicidio. Il giudice dell'Alta Corte del Kerala ha deciso di accogliere la richiesta presentata dallo Stato italiano ed ha concesso ai due militari l'autorizzazione per tornare a casa in occasione delle festività natalizie.

Fino all'ultimo si era temuto per l'ennesimo rinvio a data da destinarsi, ma alla fine la tanto attesa decisione è arrivata: Latorre e Girone, militari del Reggimento "San Marco" della Marina Militare Italiana, potranno tornare in Italia per due settimane.

Trascorso questo periodo, dovranno tornare in India in tempo per la sentenza della Corte suprema di New Delhi. A garanzia del loro rientro in terra indiana, il giudice dell'Alta Corte ha chiesto un deposito cauzionale di 60 milioni di rupie, pari a circa 826 mila euro.

Girone e Latorre, lo ricordiamo, sono accusati di aver ucciso per errore, il 15 febbraio scorso, due pescatori indiani davanti alle vostre del Kerala nel corso di un'operazione anti-pirateria a bordo della petroliera italiana Enrica Lexie.

La situazione si è configurata come delicata fin dai primi istanti, con l'India fermamente convinta della colpevolezza dei due militari italiani e la Marina Militare che ha fornito invece un'altra versione dei fatti:

L'equipaggio ci ha riferito che l'atteggiamento del peschereccio era stato giudicato chiaramente ostile, tipico dei pirati. Le modalità di avvicinamento erano le stesse già seguite in operazione di abbordaggio, caratteristiche di quei mari. Un esempio su tutti: non hanno risposto ai segnali di avvertimento. Hanno messo in atto le procedure standard. Il peschereccio si è allontanato dopo la terza raffica di avvertimento, senza danni evidenti a bordo.

Una tragedia e un malinteso che hanno rischiato più volte di creare un caso diplomatico tra Italia e India. Ora, con la decisione dell'Alta Corte del Kerala, cominciano a vedersi i primi spiragli di collaborazione. Questo il commento del Ministro degli Esteri Giulio Terzi:

Abbiamo appreso la notizia con grande sollievo: una prova della sensibilità indiana per i valori più sentiti del popolo italiano per l'importante festività natalizia.

I due militari, stando alle ultime indiscrezioni, dovrebbero partire quanto prima ed arrivare in Italia in tempo per lunedì, la vigilia di Natale.

Foto © Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail