Prigionia Jaycee Dugard: emergono nuovi dettagli sulla vicenda


Torniamo ad occuparci della terribile vicenda di Jaycee Dugard, la bambina rapina da una coppia di coniugi nel 1991 e tenuta prigioniera per ben 18 anni ad Antioch, San Francisco.

Mentre il suo rapitore e aguzzino Phillip Craig Garrido, 58 anni, continua a rilasciare assurde dichiarazioni dal carcere - "la mia vita è completamente cambiata, ero guidato da Dio, un giorno il mondo capirà" - emergono nuovi dettagli sui 18 anni di prigionia dell'ormai 29enne Dugard.

La giovane ha vissuto per tutto quel tempo nel cortile dell'abitazione dei coniugi, prima da sola, poi con le due figlie avute da Garrido, che ora hanno 15 ed 11 anni. Quello che sorprende è scoprire che, visto i precedenti per reati sessuali di Garrido, le autorità gli facevano spesso visita.

In quei 18 anni nessuno si è mai recato nel cortile dell'abitazione, nessuno ha visto cosa c'era dietro. Non hanno mai visto un dottore, nessuno le ha mai visitate, non sono mai andate a scuola.





Ma non è tutto. Stando a quanto riporta l'ApCom:

Garrido [...],ha spiegato infatti che il mondo potrebbe presto rimanere sorpreso da nuovi dettagli di una storia che ha definito "scalda cuore". L'uomo non ha però voluto fornire dettagli su queste nuove, sibilline, affermazioni e non ha spiegato quali implicazioni esse possano avere.

In attesa che maggiori dettagli sulla vicenda vengano rilasciati, ieri la coppia di coniugi è stata condotta davanti alla corte di Placerville. Lì si sono dichiarati entrambi innocenti, ma poco importa. Fin'ora dovranno rispondere di 29 capi d'accusa ed è quasi certo che passeranno il resto della loro vita in prigione.



La situazione dell'uomo, però, potrebbe ben presto aggravarsi. Su di lui c'è un'altra indagine in corso che gli attribuisce la morte di dieci prostitute, uccise e sepolte negli anni '90 nella zona industriale dove Garrido lavorava in quel periodo.

Via | Daily Mail

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: