Sulmona: Vincenzo Marruccelli, agente di polizia penitenziaria in pensione, uccide la figlia e tenta di togliersi la vita

PoliziaPenitenziaria

Iniziano a chiarirsi le dinamiche dell'omicidio avvenuto qualche ora fa a Bagnaturo, frazione di Sulmona, dove un 53enne sovrintendente in prepensionamento della polizia penitenziaria ha ucciso la figlia di 25 anni con un colpo di pistola alla testa ed ha poi tentato di togliersi la vita nello stesso modo.

Tutto è iniziato nella sua abitazione: Vincenzo Marruccelli ha ucciso la figlia Irene di fronte a sua moglie, poi l'ha caricata sulla sua automobile e si è recato al commissariato.

Una volta lì è sceso dall'auto ed ha tentato di uccidersi, ma è stato fermato dagli agenti che successivamente hanno trovato il corpo senza vita della giovane donna, madre di una bambina di 2 anni.

Ancora misteriosa la causa del gesto, anche se si vocifera che possa esser stato scatenato dell'uso di sostanze stupefacenti fatto dalla giovane, che già in passato era stato causa di numerosi litigi con il padre.

L'uomo, inoltre, pare che soffrisse di depressione e il recente arresto della figlia per furto e indebito utilizzo di carte di credito rubate, avvenuto nei primi giorni di agosto, aveva notevolmente contribuito ad alimentarla.

Via | Leggimi

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: