Houston: drogata recise i genitali del figlio di 5 mesi, 28enne condannata a 99 anni di carcere

Si è concluso il processo che vedeva imputata la 28enne texana Katherine Nadal, che nel 2007 recise pene e testicoli del suo bambino di appena cinque settimane.

L'ex cheerleader ha continuato a dare la colpa a Shorty, il bassotto di famiglia che, a suo dire, avrebbe aggredito il piccolo. I medici, però, hanno sostenuto fino alla fine che a mutilare il piccolo è stato uno strumento appuntito, maneggiato da un essere umano.

Nel corso del processo è emerso che la donna avrebbe agito sotto effetto di sostanze stupefacenti. Per lei, però, nessuna attenuante: è stata condannata alla pena massima prevista, 99 anni di carcere, e al pagamento di 10mila dollari come risarcimento.

Non è certo se passerà il resto della sua vita in carcere, ma è sicuro che non potrà avanzare la richiesta per la libertà vigiliata senza aver prima scontato ben 30 anni.

Il piccolo è stato salvato ed ha già subito una serie di interventi di ricostruzione che dovrebbero riuscire a garantirgli una vita normale.

Via | The Associate Press

  • shares
  • Mail
49 commenti Aggiorna
Ordina: