Canarie: uruguaiano clandestino ha un infarto sul lavoro, il suo datore lo abbandona in strada

Adeje

Aveva 56 anni e lavorava in nero in un bar di Adeje, vicino a Tenerife. Il 25 luglio scorso è stato colto da un infarto.

Il titolare del bar, che è pure un ex poliziotto, non ha chiamato i soccorsi, ma si è limitato a togliere la tuta da lavoro all'uomo morente e l'ha trascinato fuori dal locale, abbandonandolo in mezzo alla strada.

Un passante ha chiamato subito un'ambulanza, ma per l'immigrato uruguaiano Luis Beltrán Larrosa non c'è stato nulla da fare.

La vicenda è apparsa sui principali quotidiani locali solo qualche giorno fa, quando il figlio di Larrosa ha denunciato il proprietario del locale per omissione di soccorso e fatto aprire un'inchiesta.

L'uomo, invece, si è difeso affermando di aver trascinato fuori Larrosa solo per fargli prendere un po' d'aria.

Via | Peace Reporter

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: