Leeds: turista cinese stuprata per una notte da un uomo che aveva conosciuto sul sito CouchSurfing.com

couchsurfing

Piccola premessa: il cosiddetto CouchSurfing è un servizio di ospitalità gratuita online. Letteralmente "saltare da un divano all'altro", questo progetto è nato nel 1999 per mettere in contatto cittadini di tutto il mondo ed aiutarsi a vicenda nell'organizzazione di viaggi che definire low cost è eccessivo.

C'è chi offre un divano su cui dormire, chi una stanza, chi un angolo di giardino in cui piantare la tenda e via dicendo, tutto in cambio di niente, solo per il piacere di farlo e nella speranza che qualcuno lo faccia nella città da te scelta come destinazione.

Ma non è escluso che si possa incappare in situazioni spiacevoli, come quella in cui si è trovata una turista di Hong Kong di 29 anni, che aveva deciso di viaggiare in Europa grazie ai contatti del sito CouchSurfing.com.

Dopo aver visitato la Francia, l'Italia e la Spagna, era approdata a Leeds, dove aveva in programma di restare alcuni giorni grazie all'ospitalità di Abdelali Nachet, 34 anni.

L'uomo, però, dopo averla fatta entrare in casa, l'ha tenuta prigioniera per una notte intera. Sotto la minaccia di morte, l'uomo avrebbe violentato la giovane turista almeno due volte e l'avrebbe sottoposta ad una serie di pratiche umilianti e degradanti.

La mattina dopo, come se nulla fosse, l'ha accompagnata alla stazione dell'autobus più vicina. La donna è corsa subito dalle autorità a denunciare l'accaduto e in queste ore si sta svolgendo il processo a carico dell'uomo.

Via | Daily Mail

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: