Roma: bengalese picchiato in un raid

Non si tratta di un raid di matrice razziale come ultimamente siamo abituati a vedere ma di semplice violenza. Il ragazzo bengalese di 23 anni infatti è stato "punito" per alcuni apprezzamenti che aveva fatto nei confronti di una ragazza.

Gli apprezzamenti non sono piaciuti ad alcuni abitanti della zona che si sono presentati nel negozio dove il ragazzo lavorava armati di una spranga ed un'arma da taglio.

Dopo averlo accerchiato i tre lo hanno "punito" e poi sono tranquillamente usciti dal negozio. Il bengalese è stato ricoverato all'ospedale di Tor Vergata (poco distante da Tor Bella Monaca dove lavora) con un trauma cranico, una ferita lacero contusa alla testa e due ferite da taglio al fianco destro.

I Carabinieri hanno arrestato alcuni degli aggressori (un ragazzo di 18 anni, uno di 19 ed uno di 38) mentre sono stati costretti a lasciar andare un 12enne che aveva preso parte alla spedizione ma che, data l'età, non è imputabile.

Lascia sgomenti la violenza gratuita per un semplice apprezzamento, e se questo deve essere l'insegnamento dato ad un 12enne allora è davvero il caso che ci si interroghi su quanto degrado ed inciviltà stiamo prendendo il sopravvento.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: