Belgio, tragedia in famiglia: madre uccide i tre figli piccoli e tenta il suicidio

Macabra scoperta nel primo pomeriggio di ieri a Diest, piccola cittadina belga tra Louvain e Hasselt, nelle Fiandre. Tre bimbi di 2, 4 e 6 anni sono stati trovati morti in un appartamento al centro del paese. Accanto a loro, in fin di vita, la madre.

La 36enne è stata trasportata in gravi condizioni in ospedale e se in un primo momento si era temuto per la sua vita, col passare delle ore la situazione si è stabilizzata. E' ancora presto per poter pensare ad un interrogatorio e gli inquirenti stanno quindi cercando di ricostruire l'accaduto in base ai rilievi effettuati nell'appartamento.

La versione più credibile è che la donna, affetta dalla malattia di Lyme e per questo caduta in depressione, abbia deciso di farla finita portando con sé i suoi tre figli piccoli - i due figli maggiori e il marito non erano in casa al momento della tragedia. Li ha uccisi ed ha cercato di togliersi la vita, non riuscendoci.

La stampa locale aggiunge altri particolari. Pare che i tre bimbi piccoli fossero particolarmente dotati e la scuola pubblica non fosse abbastanza per loro. Per questo motivo venivano istruiti a casa e questo potrebbe aver influito sul suo stato d'animo.

Le autorità hanno preferito non sbilanciarsi troppo almeno fino a quando il quadro non sarà più chiaro. Queste le parole del portavoce della Procura, Sarah Callewaert:

Per ora posso solo confermare che tutto suggerisce una tragedia familiare e che il marito e i due bambini di età superiore non erano presenti in casa. Le indagini dovrebbe fornire maggiore chiarezza.

Si attendono aggiornamenti sulle condizioni di salute della donna e sull'eventuale interrogatorio che dovrebbe servire a fare luce sulla questione. Anche il marito e gli altri due figli della 36enne saranno sentiti nelle prossime ore.

Foto © Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail