Bergamo: 48enne getta acido muriatico in faccia al sindaco di Villa D'Adda, arrestato per sequestro di persona e lesioni personali

Adelvalda Carsaniga

Il gesto di un folle ha rischiato ieri sera di lasciare sfigurato per sempre il sindaco di Villa D'Adda, la signora Adelvalda Carsaniga.

L'uomo, 48 anni, già noto alle forze dell'ordine, ha telefonato alla Carsaniga, chiedendola di raggiungerlo nella sua abitazione per discutere di documenti relativi alla posizione dei suoi due figli, che sono affidati ad una comunità.

La donna ha acconsentito, ma prima ha allertato i Carabinieri: una volta entrata a casa dell'uomo, quest'ultimo, dopo una breve discussione, ha chiuso a chiave la porta ed ha gettato addosso alla donna dell'acido muriatico.

Le autorità sono intervenute subito e la prima cittadina è stata portata in ospedale e pare non abbia riportato gravi danni. L'aggressore, invece, è stato condotto in carcere con l'accusa di sequestro di persona, lesioni personali e minacce.

Dicevamo che l'uomo non era nuovo a questo tipo di episodi: il 6 luglio scorso si era barricato in casa per almeno cinque ore insieme ai suoi due figli di 3 e 6 anni, minacciando di farsi saltare in aria se sua moglie, ricoverata in Psichiatria a Bergamo, non fosse tornata a casa.

Via | Bergamo News

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: