Assenteismo: 28 dipendenti indagati all’ASL di Santa Maria Capua Vetere

Sono 28 i dipendenti dell’Asl di Santa Maria Capua Vetere, nel Casertano, finiti nel mirino della locale Procura che li accusa di assenteismo sul posto di lavoro. I carabinieri di Grazzanise da stamattina stanno notificando ai soggetti coinvolti nell’operazione, denominata Clessidra, l’avviso di garanzia e la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Truffa aggravata ai danni dello Stato e falso in atto pubblico le ipotesi di reato da cui dovranno difendersi i 28 indagati, dipendenti in servizio presso il dipartimento di prevenzione di Santa Maria Capua Vetere (l'ex Asl Ce/2) che a turno timbravano i badge “collettivamente” dicono gli investigatori, anche per i colleghi presunti assenteisti.

Due anni fa, ad aprile, un’analoga operazione contro l’assenteismo sul lavoro condotta dai carabinieri di Grazzanise e Caserta aveva portato all’arresto in flagranza di reato di quattro dipendenti dell’ASL di Santa Maria Capua Vetere che timbravano il cartellino al posto di altri nove colleghi assenti.

Tra gli ultimi e più eclatanti casi di assenteismo ricordiamo quello dei poliziotti delle Volanti di Bergamo accusati di giocare alle slot machine durante l’orario di lavoro insieme a due militari dell’Esercito, il tutto ovviamente in divisa.

Foto © Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail