Casteldaccia: giovani pusher davanti alle scuole, 6 arresti









Giovanissimi ma già pusher davanti alle scuole a vendere la droga ai loro coetanei. È quanto hanno scoperto i carabinieri di Bagheria (Palermo) che ieri a Casteldalccia hanno arrestato sei ragazzi, presunti membri di una vera e propria banda di spacciatori, uno dei quali sarebbe stato addirittura minorenne all'epoca dei fatti per i quali è accusato.

Secondo gli accertamenti dei carabinieri di Bagheria, partite dalle segnalazioni di insegnanti e genitori, la banda aveva la sua base operativa nei locali di un centro scommesse di Casteldaccia (PA). E con comportamenti aggressivi e spregiudicati i suoi componenti sarebbero diventati addirittura leader nel mercato della droga (tipo hashish) nella zona di Bagheria, difficilmente senza essere appoggiati da qualcuno vicino agli ambienti più criminalmente maturi della città.

Il capo della banda di pusher sarebbe stato proprio il giovane titolare del centro scommesse di Casteldaccia che, sempre secondo le indagini, aveva anche organizzato un sistema di “sentinelle” nei dintorni del punto di gioco anche se lo spaccio avveniva spesso in luoghi diversi e con modalità diverse, compreso il servizio a domicilio: una macchina portava la droga direttamente a casa degli acquirenti. Le misure cautelari sono state emesse dai gip del tribunale di Termini Imerese e del Tribunale per i minorenni di Palermo.

  • shares
  • Mail