Olanda: guardalinee picchiato a morte da 3 giocatori adolescenti

Orrore in Olanda dove un guardalinee è stato ucciso domenica scorsa dopo una partita di calcio dilettantistica tra i Buitenboys di Almere e la Nieuw Sloten, una squadra giovanile di Amsterdam. La vittima si chiamava Richard Nieuwenhuizen, di 41 anni ed ear anche un dirigente del Buitenboys. L’uomo sarebbe stato massacrato a calci e pugni dai giocatori della squadra avversaria: tre adolescenti di età compresa tra i 15 e i 16 anni sono stati arrestati dalla polizia ad Almere ma all’aggressione avrebbero partecipato altre due giovanissimi.

Nieuwenhuizen era stato insultato durante la tutta partita sia dagli spalti sia dai giocatori in campo, poi alla fine del match la vile aggressione costata la vita al 41enne dichiarato clinicamente morto ieri, scrive Nrc.nl (foto). L’uomo avrebbe tanto di fuggire ma è stato raggiunto e pestato a morte dagli arrestati secondo la polizia. Il Paese è sotto shock per tanta cieca violenza che per di più sarebbe stata commessa da minorenni.

Il ministro dello sport olandese Edith Schippers ha definito orribile quanto accaduto, mentre la Nieuw Sloten si è ritirata da tutte le competizioni a cui partecipava:

La federazione calcistica olandese e la giustizia reagiranno in maniera molto dura contro questo genere di azioni. Quel che è accaduto non ha nulla a che vedere con lo sport e non può in nessun caso essere tollerato.


  • shares
  • Mail