L’Aquila, appalti scuole post terremoto: arrestato il direttore della Provincia Valter Specchio

Il direttore della Provincia dell’Aquila, Valter Angelo Specchio è stato arrestato stamane insieme a due imprenditori. L’inchiesta è relativa a una presunta speculazione sugli appalti per la messa in sicurezza delle scuole dopo il terremoto di aprile 2009 (308 le vittime).

Le altre due persone arrestate, sono il procuratore speciale di una impresa di costruzioni di Cagliari, Giancostantino Pischedda, e Franco Rossano Palazzo, legale rappresentante di una società di impianti tecnologici di Foggia. A loro sono stati concessi i domiciliari mentre Specchio è finito in carcere a Teramo.

L’indagine non è ancora chiusa, ma gli inquirenti hanno tracciato un quadro accusatorio già abbastanza definito a carico degli indagati i quali devono rispondere, a vario titolo, delle accuse di corruzione, truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, peculato, abuso d'ufficio, falso ideologico in atti pubblici.

L’inchiesta, spiegano i magistrati in una nota, mira:


ad accertare l'illegittimità nelle procedure di affidamento degli appalti assegnati dall'amministrazione provinciale dell'Aquila nell'ambito delle opere di messa in sicurezza post sisma delle scuole abruzzesi di Avezzano e Sulmona, nonché nella gestione di beni e denaro pubblico in modo personalistico e dispersivo, a fini di vantaggi personali".

In particolare il direttore generale della Provincia Specchio avrebbe avvantaggiato determinate società e


determinato, in probabile concorso con altri, gravi danni alle risorse pubbliche destinate alla ristrutturazione degli edifici scolastici post sisma e, pìù in generale, alla ricostruzione del territorio provinciale.

Sempre secondo i pm aquilani il direttore generale:

ha reiteratamente utilizzato per fini personali, beni pubblici di cui aveva la disponibilità, con correlato danno per la Pubblica amministrazione di appartenenza.

e ricevuto in cambio:

benefici personali da Pischedda, pur essendo questi procuratore speciale dell'impresa di costruzioni che ha svolto lavori presso il liceo scientifico 'Vitruvio Pollione' di Avezzano.

Per la procura dell’Aquila poi:

È stato altresì accertato che il direttore generale della Provincia dell'Aquila, ing. Valter Specchio, ha conferito, con affidamento diretto, alla società di impianti tecnologici di Rossano Palazzo, l'incarico di realizzare un sistema di monitoraggio on line dei lavori in corso presso gli Istituti scolastici di Avezzano, accessibile dal sito web della Provincia. Tale servizio, tuttavia, non e' mai stato realmente attivato.

Le misure cautelari sono state emesse dal gip Giuseppe Romano Gargarella, su richiesta dei sostituti procuratori Stefano Gallo, David Mancini e Roberta D'Avolio.

Foto © TMNews

  • shares
  • Mail