Pedopornografia: indagato a Roma consigliere parlamentare della Camera

Per l’accusa di traffico di materiale pedopornografico sarebbe indagato a Roma un consigliere parlamentare della Camera dei deputati. La notizia è riportata dal Messaggero, che cita l'Espresso - ma il blitz risalirebbe al 5 novembre scorso.

Passando al setaccio il computer di casa del funzionario, che ha 50 anni, sarebbero stati trovati inequivocabili file e materiali. L‘inchiesta riguarda una decina di persone, arresti sono stati eseguiti in varie regioni italiane, dalla Campania alla Lombardia.

Gli indagati erano degli insospettabili, dicono gli inquirenti, e facilemente facevano circolare materiale pedopornografico. Il consigliere della Camera è stato sospeso in via cautelare dal presidente Gianfranco Fini, mentre ora a Montecitorio i colleghi dell’indagato - che lavorava a Palazzo San Macuto, sede del Copasir - sono sorpresi:


sembrava un tipo strano ma aveva problemi di salute e perciò tutti giustificavano il suo atteggiamento schivo.

Durante le indagini sono stati sequestrati più di 5 milioni di file contenenti immagini e video pedopornografici.

Foto © Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail