Chi l'ha visto? ultima puntata 28 novembre 2012

E' stato ritrovato Angelo Turchetto, l'imprenditore del trevigiano scomparso diversi mesi fa dopo aver pagato pesantemente gli effetti devastanti della crisi sulla sua attività di frutta e verdura. L'uomo faceva la fila per un pasto caldo nei centri d'accoglienza Caritas di Milano.

Amava leggere (ultimo libro L'idiota di Dostoevskij) Angelo Bruno, l'uomo scomparso lo scorso 21 ottobre nella provincia di Cuneo dopo la morte della madre. Beveva con gli amici (ma anche da solo). Stava ore a guardare un falco per raccogliere una piuma che usava come segnalibro. E' stato visto fumare su un tronco di una chiusa di un canale sul fiume Tanaro.

Mariella Cimò ucciso da Salvatore Di Grazia?


Salvatore Di Grazia

, marito di Mariella Cimò (la donna scomparsa nella provincia catanese nel luglio 2011), è stato arrestato con l'accusa di omicidio e soppressione di cadavere. L'uccisione si sarebbe consumato nell'abitazione dei due coniugi dopo un violento litigio per gelosia come testimoniato dalla badante di un'abitazione vicina. La donna sapeva che il marito aveva rapporti sessuali con altre signore del luogo.

La signora Mariella sarebbe l'unica erede di un cospicuo patrimoniale familiare (un autolavaggio, una villa a pizzo sul mare, un bar ed altri averi). Per motivi fiscali, la donna si fece intestare i beni del padre firmando, poi, una procura per l'utilizzo dei beni (pur mantenendo l'esclusiva proprietà). La ventilata vendita dell'autolavaggio (per accudire gli animali) scatena la lite nella coppia. Dopo 11 giorni dalla sua sparizione, il marito denuncia l'accaduto motivando anche una somma di 40mila mancante dal conto familiare.

La mattina dopo, Di Grazia acquista un secchione con tanto di veleno per topi mai trovato dagli inquirenti (lo scontrino lo incastrebbe). Che gli sia servito per sbarazzarsi del corpo della moglie? Nell'autolavaggio sono state ritrovate le buste che avrebbero contenute gli euro prevelati dalla vittima. Gli agenti sono convinti che l'uomo abbia cercato di depistare le indagini adottando precauzioni contro le intercettazioni telefoniche ambientali.

Chi l'ha visto puntata 28 novembre 2012

Chi l\'ha visto puntata 28 novembre 2012
Chi l\'ha visto puntata 28 novembre 2012
Chi l\'ha visto puntata 28 novembre 2012


Morte di Lucia Manca: verità di Patrizia


Nei giorni scorsi si sono celebrati i funerali di Lucia Manca. Unico rappresentante della famiglia di Renzo Dekleva (marito ritenuto il responsabile dell'omicidio della bancaria di Marcon) è il fratello. Il presunto assassino della donna aveva una relazione parallela da quasi due anni e mezzo.


Patrizia (amante di Renzo): Quando io ho capito alcune cose di questa persone, ho provato ad allontanarmi ma ormai era già accaduta la tragedia. Dopo la scomparsa di Lucia ha cercato di fare il copia ed incolla di menzogne senza darmi alcuna spiegazione. Quella sera, arrivò in ritardo ad un nostro appuntamento. Era piuttosto disordinato e mi ripeteva: 'Basta di litigare. Ho risolto tutto non ci saranno più problemi. Addirittura con me ha pianto per testimoniarmi che lui non c'entra nulla.

Motivazione di Renzo

per le tracce di saliva rinvenute dagli inquirenti nel portabagagli della sua auto.

In attesa di conoscere i risultati dell'autopsia, il marito era già a conoscenza che il cadavere di Lucia non aveva alcun segno visibile. L'uomo ha, inoltre, confessato che avrebbe fatto fuori la moglie se avesse accumulato debiti (nei giorni precedenti la donna gli avrebbe sequestrato le chiavi dello scooter e minacciato di toglierli la casa e i soldi in comune).

Paul Saunders è vivo?


Maria

, la mamma di Paul Saunders che vive a Londra assieme agli altri fratelli, è venuta in Italia per ringraziare i telespettatori italiani per l'aiuto e gli avvistamenti degli ultimi sette mesi. L'eremita con la bicicletta (che ha con sè il proprio passaporto e la cartina della penisola scandinava) ha abbandonato la casa pericolante su segnalazione degli zii e ritirato 450 euro dal conto postale. La donna crede che il figlio sia stato colto da un malore durante la raccolta del legno nella campagna circostante.

Paul ti aspettiamo a casa. Sono tanto addolorata che non ci si scrive da sette mesi. Io sono disperata. Torna a casa.

Confessioni di due amiche di Elisabetta Grande e Maria Belmonte



Amica di Titina Grande: Si sfogava dicendo: 'Io non dormo con mio marito. Ho paura che mi possa fare del male'. Poteva usare dei medicinali fino a quando un giorno esplose e mi disse di accoglierla a casa. Tina un giorno mi chiese di non andare più nella sua villa. Maria me l'abbracciava quando piangeva: 'Io non abito in una famiglia. Mio padre è un padre padrone.


Amica di Maria Belmonte: Lei non amava quel mestiere. Lo odiava. Mi diceva: 'Mio padre ha rubato la mia mente'. Quando l'ho vista è una spada nel cuore. Lei mi diceva che non era felice col marito fin dai primi anni di matrimonio. Non lo sopportava e sottostava solamente il volere del papà. Non voleva che la sfiorasse manco con un dito. Una volta mi confessò: 'Perché mio padre vuole più bene a mio marito?'
  • shares
  • Mail