Falsi poveri: 35 denunciati nel Torinese. C’è anche un consigliere comunale

Falsi poveri, ci risiamo. Da una parte all’altra della penisola, questa volta sono 35 le persone denunciate in provincia di Torino, nel basso Canavese e nelle valli di Lanzo per la precisione. Tra loro anche un consigliere comunale di San Francesco al Campo.

Secondo i baschi verdi di Lanzo Torinese i soggetti coinvolti omettevano e/o falsificano le informazioni inserite nella dichiarazione dei redditi in modo da figurare sotto la soglia d'indigenza o addirittura nullatenenti. Dalle indagini sarebbe emerso che tra i falsi poveri ci sono lavoratori dipendenti, proprietari di immobili e terreni.

Il consigliere comunale di San Francesco al Campo avrebbe invece “dimenticato” di dichiarare presso l’apposito ufficio in Comune il fatto di possedere diversi terreni nel Ciriacese. Questo per ottenere una riduzione delle tasse universitarie per suo figlio secondo chi indaga.


Tra i finti poveri denunciati oggi, anche una casalinga recidiva di Corio: più volte denunciata in passato e sempre per le stesse ragioni, la donna avrebbe continuato imperterrita a non dichiarare tutto il possibile per continuare a beneficiare delle prestazioni sociali agevolate.

Le fiamme gialle hanno incrociato i dati delle autocertificazioni dei presunti falsi poveri con quelli delle banche dati a loro disposizione e con informazioni reperite durante l'attività d'indagine che si è avvalsa anche di sopralluoghi mirati. Alcuni dei nomi dei denunciati, per falsità ideologica finalizzata alla truffa e all'indebita percezione di contributi pubblici, sono stati segnalati direttamente dai Comuni e dall'INPS cui ora dovrà essere restituito il maltolto.

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail