Pavia, Gianluca Serpa ucciso a coltellate: fermato Angelo Siciliano

C'è già un fermo per l'omicidio del 18enne Gianluca Serpa, ucciso a coltellate nella notte tra domenica e lunedì a Chignolo Po, in provincia di Pavia. Gli inquirenti hanno bloccato il presunto responsabile, Angelo Siciliano, 25 anni, fidanzato con la cugina della vittima, che secondo l'ultima ricostruzione del delitto avrebbe ucciso il giovane al termine di una lite.

Il 25enne, già noto alle forze dell'ordine, è già stato condotto nel carcere di Pavia, dove resterà a disposizione dell'autorità giudiziaria. Alla base dell'omicidio, ne sono convinti gli inquirenti, ci sarebbero questioni legate ai soldi - non ancora chiarite - che avrebbero portato i due conoscenti, quella sera, a discutere animatamente.

L'omicidio è avvenuto per le vie di Chignolo, dopo che la vittima aveva trascorso la serata in un bar di via XXV Aprile per seguire la partita Milan-Juve. La lite e l'accoltellamento sono quindi da collocare intorno all'1.30 del mattino, mentre Serpa stava rincasando.

L'arma del delitto sarebbe già stata ritrovata e saranno gli accertamenti su di essa che forniranno agli inquirenti la prova per incastrare il presunto killer. Si tratta di un coltello con lama da 20cm - ricurvo e parzialmente seghettato che presentava tracce di sangue - recuperato in un cassonetto non lontano dall'abitazione dello zio della vittima.

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail