Caravaggio: ladro sorpreso e ucciso da un commerciante

26/11 - Il commerciante è accusato di omicidio volontario, uno dei due proiettili esplosi ha raggiunto uno dei ladri alla spalla e lo ha ucciso. L'avvocato dell'uomo parla di legittima difesa, ma i malviventi sarebbero stati già in fuga quando l'uomo ha premuto il grilletto e questo avrebbe determinato l'ipotesi di reato a suo carico.

Un ladro è stato ucciso la notte scorda a Caravaggio, in provincia di Bergamo. Secondo una prima ricostruzione dei fatti un gruppo di malviventi avrebbe cercato di sfondare la porta di un negozio di prodotti agricoli, mentre il titolare dell’attività, un uomo di 50 anni, era dentro. Tutto è accaduto verso le 4 del mattino: il commerciante sentiti dei rumori provenire dall’esterno del negozio si è affacciato dal balcone sorprendendo i ladri mentre a colpi di mazza cercavano di aprire la porta dell'attività.

Il titolare allora avrebbe impugnato la sua pistola, regolarmente denunciata, e iniziato a sparare dei colpi verso l’alto per far fuggire i malviventi, ma un proiettile ha colpito uno dei ladri, un 40enne di nazionalità romena, uccidendolo all’istante. Evidentemente una perizia balistica dovrà chiarire l'esatta dinamica degli spari, il racconto del negoziante - portato in caserma a Treviglio - è ora al vaglio degli investigatori dei carabinieri.

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail