Quarto Grado ultima puntata 23 novembre 2012


Domani si terranno alla chiesa di San Giovanni Bosco a Milano i funerali di Lucia Manca, la bancaria di Marcon uccisa quasi un anno e mezzo fa:

Giuseppe (il fratello): E' un sollievo.

Renzo Dekleva

, unico indagato per la sua morte, ha chiesto di essere visitato da uno psicologo. Gli inquirenti sono, però, convinti che la donna abbia scoperto della foto compromettenti del marito che avrebbero dato origine ad una violenta lite finita in malo modo.

Omicidio Yara Gambirasio: Arma Del delitto? Coltello che ha originato ferite superficiali e prive di significato simbolico



Le ferite trovate sul corpo di Yara Gambirasio erano superficiali e non avevano alcun significato simbolico. Secondo l’autopsia svolta dall’anatomopatologa Cristina Cattaneo, l’arma impiegata nel delitto non sarebbe stata un taglierino, ma un coltello con lama rivestita di titanio: nel dettaglio, una lama di minimo 0.2 millimetri di spessore e di lunghezza di almeno 2 centimetri. E’ stato rivelato, inoltre, che sul corpo della giovane ginnasta di Brembate sono state individuate nove ferite, tutte poco profonde: otto da taglio e una sola da taglio e punta. Di queste ferite, sei si trovano sulla parte davanti del corpo e tre su quella dietro, di cui due vagamente a forma di x sulla schiena. Sono tutti colpi superficiali che potrebbero essere stati inflitti non tanto per uccidere, ma per torturare la piccola atleta che fu abbandonata ancora viva nel gelo di quella buia notte a Chignolo d’Isola.

Quarto Grado puntata 23 novembre 2012

Quarto Grado puntata 23 novembre 2012
Quarto Grado puntata 23 novembre 2012
Quarto Grado puntata 23 novembre 2012


Salvatore Di Grazia ha ucciso Mariella Cimò?


Continuano le ricerche su Mariella Cimò, la donna amante dei cani di San Gregorio scomparsa nel luglio 2011. Il marito Salvatore Di Grazia e la domestica Pina sono indagati sulla misteriosa sparizione.


Il nipote: E' da 11 mesi che ripete le stesse cose ed è da 11 mesi che è indagato, quindi vuol dire che il giudice sospetta qualcosa. La presenza della domestica è stata vista prima e dopo la scomparsa di mia zia.


Badante: Non trovo nessun tipo di favoreggiamento. Sono entrata in casa Di Grazia a fine settembre per le pulizie. Quella casa era un canile. Io avevo delle scadenze perché se no perdevo tutto. Mi doveva prestare dei soldi. Non conosco la signora. Non sono l'amante. Una che lavora onestamente è sempre al centro delle chiacchiere. La giustizia sta facendo il proprio corso. Che lo faccia.

Carmela Frassanito suicida dopo stupro?


La tragica storia di Carmela Frassanito, tredicenne di Taranto, che si è tolta la vita a seguito di uno stupro non creduto (e la perdita della verginità) combattuto a forza di psicofarmaci e poco affetto.


Alfonso (il padre): Non accetto ancora la tesi del suicidio. Aveva tanta voglia di vivere. Si sentiva colpevole di quello che aveva fatto gli altri. La sua famiglia era l'unico appoggio che aveva. Le istituzioni l'hanno rinchiusa curandola con medicinali. Si è vista abbandonata da tutti... questo è stato il momento che l'ha fatta precipitare nel baratro.

Sabrina Misseri mente sulla morte di Sarah Scazzi?


Cosima Serrano

si è avvalsa della facoltà di non rispondere mentre Sabrina Misseri ha risposto alle domande del giudice.

Non è stata stabilita ancora l'ora della morte di Sarah.

Processo Sarah Scazzi: dichiarazioni Sabrina Misseri

Processo Sarah Scazzi: dichiarazioni Sabrina Misseri
Processo Sarah Scazzi: dichiarazioni Sabrina Misseri
Processo Sarah Scazzi: dichiarazioni Sabrina Misseri

Salvatore Parolisi e i misteri caserma Ascoli Piceno


Il giorno successivo alla scomparsa di Melania, Salvatore Parolisi si è recato in caserma per cancellare ogni prova della sua relazione clandestina con Ludovica. Relazioni extraconiugali promiscue, punizioni corporali per avances non ricambiate, traffico illegale di droga e acquisto abusivo di felpe da parte delle allieve ruotano tutte attorno al presidio di Ascoli Piceno.


Colonnello Michele Vicari: L'impatto emotivo è stato molto forte. Cinque casi con tre esposti anonimi e privi di ogni fondatezza. In altri due casi ci sono state due denunce sporte da alcune soldatesse con provvedimenti immediati. Questo reggimento è sano e lavoriamo con serenità. Dal prossimo blocco di dicembre, affluiranno uomini e donne come su tutto il territorio nazionale.


Soldatessa anonima: Scherzava parecchio: ci stava molto lontano ma con i suoi colleghi dava l'impressione di essere sereno. Perché avere questo atteggiamento se è morta tua moglie a cui tenevi tanto? In televisione lo vedevamo afflitto e addolorato ma in caserma era sorridente. Insomma, un po’ Dottor Jekyll e Mister Hyde. Ricordo Parolisi in comportamenti molto intimi con un'altra recluta tra abbracci affettuosi. Era tutto il contrario di tutti gli altri istruttori. Non abbiamo subito stupri o molestie.
  • shares
  • Mail