Austria, fa a pezzi il marito e il nuovo compagno: ergastolo alla «Lady di ghiaccio»

Ergastolo, da scontare in un manicomio criminale. Si è concluso con la pena più aspra il processo alla cosiddetta «Lady di ghiaccio», la 34enne Goidsargi Estibaliz Carranza Zabal alla sbarra a Vienna con l’accusa di aver ucciso e fatto a pezzi prima il marito e poi il nuovo compagno, entrambi smembrati con una motosega e nascosti in due diversi frigoriferi cementati nel seminterrato dell’edificio in cui c'era la gelateria gestita dalla donna.

Di fronte ad una piena confessione e ad una perizia psichiatrica che conferma i disturbi psichici della donna, il giudice Susanne Lehr non ha potuto far altro che condannare la "lady di ghiaccio" al massimo della pena, stabilendo inoltre che la sentenza dovrà essere scontata in una manicomio criminale.

A nulla sono valsi i tentativi della difesa di ottenere le attenuanti generiche. Carranza Zebal ha dichiarato di aver ucciso il marito Holger Holz, nel 2008, perchè abusava di lei psicologicamente e non voleva andarsene di casa nemmeno dopo aver ottenuto il divorzio e di aver fatto lo stesso col nuovo compagno, Manfred Hinterberger, nel 2010, perchè la tradiva e frequentava un sito di incontri online.

La Corte ha stabilito che si trattò di omicidi premeditati e se a questo si aggiunge la perizia psichiatrica ecco spiegata l'entità della pena. La donna, come spiegato dalla psichiatra Adelheid Kastner, soffre di un grave disturbo della personalità e potrebbe tornare ad uccidere. Anzi, c'è un 31% di possibilità che possa tornare a colpire entro i prossimi dieci anni.

L'ultimo tentativo di ottenere una pena più lieve è arrivato poco prima della camera di consiglio con una breve dichiarazione di Carranza Zebal, che in lacrime ha detto:

Posso solo dire che mi dispiace di aver tolto la vita ad Holger e Manfred

L'arresto della giovane, lo ricordiamo, avvenne in Italia. Il 10 giugno dello scorso anno, dopo la scoperta dei resti dei due uomini in seguito ad alcuni lavori di ristrutturazione, Carranza Zebal lasciò Vienna e tentò la fuga nel nostro Paese: fu arrestata presso la stazione di Udine, mentre cercava di lasciare la città a bordo di un treno.

Foto © Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail