Faida nel vibonese, operazione Gringia: 11 arresti

Sono 11 gli arresti scattati all’alba di questa mattina nell’operazione denominata Gringia eseguita dai carabinieri di Vibo Valentia. I fermati sono ritenuti responsabili di agguati, omicidi e tentati omicidi compiuti negli ultimi due anni, tutti da inquadrare nella faida tra clan di 'ndrangheta che sta insanguinando il vibonese. Le ultime due condanne a morte sono state eseguite tra la fine di ottobre e la metà di novembre, in meno di 20 giorni.

Secondo gli inquirenti a farsi la guerra sarebbero il clan Patania di Stefanaconi, appoggiato dai Mancuso di Limbadi, contrapposto alle cosche Petrolo-Bartolotta di Stefanaconi e alla cosiddetta società di Piscopio, gruppo emergente di Vibo Valentia. Gli arresti sono stati eseguiti in tutta la provincia, ma anche in quella di Reggio e a Viterbo.

I nomi degli undici arrestati nel blitz di oggi li riporta Tele Reggio Calabria:


Giuseppe Patania, di 32 anni, residente a Stefanaconi; Giuseppina Iacopetta (58), residente a Stefanaconi, vedova di Fortunato Patania, ucciso a Stefanaconi il 18 settembre 2011; Cristian Loielo (22), residente a Gerocarne; Nicola Figliuzzi (22), residente a Gerocarne; Francesco Lo Preiato (26), residente a San Gregorio d'Ippona; Francesco Alessandria (42), residente a Sorianello; Alessandro Bartalotta (21), residente a Stefanaconi; Giovanni Battista Bartalotta (54), residente a Stefanaconi; Giovambattista Bartalotta (32), residente a Stefanaconi; Salvatore Lopreiato (52), residente a Stefanaconi; Mauro Graziano Uras (41), residente a Canino (Viterbo).

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail