Agguato a Grottaglie: ucciso il 19enne Alessio Marinelli

Non ce l'ha fatta. Alessio Marinelli, il ragazzo di 19 anni ferito a colpi di pistola in un agguato compiuto ieri sera a Grottaglie, in provincia di Taranto, è deceduto questa mattina nell'ospedale Santissima Annunzia, dove era stato trasportato d'urgenza e sottoposto ad un intervento chirurgico.

L'agguato è avvenuto intorno alle 21.30 in piazza Principe di Piemonte, nel centro di Grottaglie, di fronte a numerosi testimoni. I due killer sono arrivati in sella ad una moto e dopo aver avvicinato Marinelli hanno esploso contro di lui almeno sei colpi di pistola, ferendolo all'addome, ad un braccio e alla gamba sinistra.

La scena è stata ripresa dalla telecamera di sorveglianza installata davanti ad un bar della piazza e i filmati, già acquisti dagli inquirenti, potrebbero aiutare ad identificare i due sicari, dileguatisi subito dopo l'agguato.

Le autorità stanno valutando tutte le possibili piste ed ascoltando i familiari, gli amici e i conoscenti della vittima, oltre ai vari testimoni presenti al momento dell'omicidio. Per ora, secondo le ultime indiscrezioni, non ci sarebbe una pista preferenziali, tutti i possibili moventi sono tenuti in considerazione.

Marinelli era un giovane pugile in erba. Si allenava presso la "Polisportiva del vivere solidale con lo sport Taranto" e nel novembre dello scorso anno, a Grosseto, aveva vinto il titolo nella categoria dei massimi leggeri alle finali dei campionati italiani Youth.

Del caso si stanno occupando gli agenti del commissariato di Grottaglie e della squadra mobile della questura di Taranto.

  • shares
  • Mail