Prostituta uccisa in un hotel di Ariccia: arrestato l'assassino, "voleva più soldi"

hotel_california

Risolto il mistero circa la morte di Laura Tanasie Izabela, la prostituta romena di 25 anni uccisa due giorni fa in una stanza dell'hotel California di Ariccia, alle porte di Roma.

Non è stata sgozzata, come era stato detto in un primo momento, ma scaraventata contro lo spigolo di un mobile da Massimiliano R, un 24enne di Genzano, cliente abituale delle prostitute della zona.

Ieri, dopo 4 ore di interrogatorio, il giovane ha confessato l'omicidio: aveva appena ritirato lo stipendio e voleva festeggiare con una prostituta, ma a quanto pare al momento di pagare Laura Tanasie Izabela ha chiesto più di quanto era stato pattuito, 300 euro rispetto ai 150 stabiliti.

Da lì è scoppiata una lite che si è conclusa con la morte della giovane. L'uomo, che aveva lasciato le sue generalità alla reception dell'hotel, è stato rintracciato poco dopo ed arrestato con l'accusa di omicidio preterintenzionale. Ora si trova nel carcere di Velletri.

Via | Il Giornale

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: