Carabinieri Palermo: cemento come sabbia, 4 ordinanze di custodia cautelare e 5 impianti sequestrati

mazara del vallo cemento fallato

Che l'edilizia sia un business amato da cosche, 'ndrine, clan, non è una novità: e infatti i Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo stamane hanno eseguito - tra Palermo e Trapani - quattro ordinanze di custodia cautelare consegnate ad altrettanti imprenditori accusati di aver fatto da prestanome ad uno degli indagati. Sequestrati anche cinque impianti di calcestruzzo e una ditta di trasporti.

A quanto rivela la Procura, gli indagati avevano creato una vera e propria rete monopolistica nella Sicilia occidentale, rifornendo - con cemento depotenziato, a rischio crolli, quindi - tramite appalti truccati anche il porto di Balestrate, gli aeroporti di Trapani Birgi e Palermo Punta Raisi, l'area industriale di Partinico e il lungomare di Mazara del Vallo.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: