Napoli: "o mi date 100 euro o lo uccido", 16enne punta un coltello alla gola del fratello di 2 anni

Via-Brecce-a-Sant'Erasmo

Un sedicenne napoletano, già pregiudicato, è finito nuovamente in manette ieri sera nel quartiere di Poggioreale, in via Brecce a Sant'Erasmo: in preda ad una crisi di nervi ha iniziato a picchiare con violenza la sorellina di 12 anni, poi la madre, intervenuta in aiuto della giovane.

Poi, in un raptus di follia, ha impugnato un coltello da cucina e afferrato il fratellino di 2 anni: con l'arma puntata alla gola del piccolo, il 16enne ha intimato ai suoi genitori di consegnargli 100 euro e le chiavi della macchina in cambio della vita del bambino.

Fortunatamente alcuni vicini, sentite le grida provenire dall'appartamento, hanno allertato le autorità che in poco tempo sono giunte sul posto.

Quando il 16enne si è accorto della presenza degli agenti ha cercato di sbarazzarsi del coltello: è stato il quel momento che la madre è riuscita a mettere in salvo il bambino e permettere ai poliziotti di arrestare il figlio violento, che per il momento è stato condotto nel Centro di prima accoglienza dei Colli Aminei.

Via | Julie News

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: