Omicidio del piccolo Ale: rinviata a giudizio la madre Katerina Mathas

KaterinaMathas

Katerina Mathas, la madre del piccolo Alessandro morto in un residence di Nervi a soli otto mesi di vita, è stata rinviata a giudizio e sarà processata con rito ordinario a partire dal 30 settembre 2013.

Lo ha deciso ieri, dopo un'ora di camera di consiglio, il gip del tribunale di Genova Nadia Magrini. La donna è accusata di concorso in omicidio volontario e abbandono di minore con morte conseguente, entrambe derivanti dalle motivazioni dei due gradi di giudizio a cui è stato sottoposto Giovanni Antonio Rasero, il compagno occasionale della Mathas condannato in primo grado a 26 anni di carcere e assolto in appello per non aver commesso il fatto.

Già a partire dalle prime udienze una delle due accuse cadrà. La prima accusa era stata formulata subito dopo l'inizio delle indagini, dopo il decesso del bimbo avvenuto nella notte tra il 15 e il 16 marzo 2010, mentre la seconda era arrivata dopo la sentenza di primo grado di Rasero. Ora che quest'ultimo è momentaneamente fuori dai giochi - manca ancora l'ultimo grado di giudizio - toccherà alla Mathas salire sul banco dei testimoni.

Lei, lo ricordiamo, si è sempre dichiarata innocente.

  • shares
  • Mail