Armando Lucero, il mostro di Mendoza: abusa della figlia per oltre 25 anni e la costringe ad avere sette figli

Armando Lucero

Si chiama Armando Lucero, 67 anni, e il suo caso ha sconvolto in queste ore la cittadina argentina di Mendoza, ai piedi delle Ande, così come il mostro Josef Fritzl aveva fatto in Austria e, più recentemente, il 68enne Arcebio Alvarez aveva fatto in Colombia.

Lucero ha iniziato ad abusare di sua figlia quando aveva appena 8 anni e, senza averla privata della libertà, l'ha sottoposta ad atroci violenze fisiche e psicologiche. La prima volta che la vittima è rimasta incinta è stato quando aveva 15 anni e la cosa si è ripetuta con una certa frequenza.

Da quella relazione incestuosa sono nati 7 bambini - che ora hanno da 19 e 2 anni - che hanno continuato a vivere insieme alla sorella-madre, al padre-nonno, la sua nuova compagna e sua madre.

I vicini di casa si erano più volte insospettiti circa le dinamiche familiari dei Lucero ed avevano anche segnalato la cosa alle autorità, che però non sono intervenute fino a quando è stata la vittima in persona a denunciare gli abusi.

Sta facendo scalpore anche la denuncia del fratello della vittima, che è fuggito di casa appena ha potuto: "Quell'uomo ha stuprato mia sorella da quando aveva otto anni e nessuno ha detto nulla. Lei era terrificata, lui la dominava psicologicamente, ora che ha 35 anni si comporta ancora come se ne avesse 12. Passava le intere giornate davanti al televisore e dormiva da sola su un materasso in cucina".

E lo stesso figlia, ora 37enne, ha fatto anche un'altra rivelazione che gli inquirenti stanno verificando in queste ore: sembra che il padre avesse anche un'altra partner con la quale avrebbe avuto 8 figli, alcuni dei quali sottoposti a sevizie. Fonti non ancora confermate parlano di ben 22 figli in totale per quello che è stato soprannominato il mostro di Mendoza.

Ne sapremo di più nelle prossime ore.

Via | Telegraph

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: