Angela Celentano, la pista messicana: chiesta rogatoria a Facebook

La pista messicana è attendibile? Un mese fa sembrava essersi riaperto il caso di Angela Celentano, scomparsa sul Monte Faito (Napoli) durante una gita con i genitori nel 1996 quando aveva tre anni.

Una serie di email e foto spedite da una ragazza che diceva di essere Angela e di essere stata adottata da una famiglia messicana ha riacceso le speranze dei genitori Catello e Maria Celentano che da giorno della scomparsa non hanno mai smesso di credere che la figlia sia in vita.

La ragazza che dice di chiamarsi Celeste Ruiz e di essere felice in Messico è davvero Angela Celentano? Gli inquirenti non vogliono lasciare nulla di intentato e per fugare ogni dubbio sono passati alla richiesta di rogatorie.

A Facebook per la precisione che dovrebbe dare una mano ai pm ad accertare l’identità della ragazza che sostiene di essere Angela, ma che non vuole essere rintracciata e che dice di tare bene così, con la sua nuova famiglia in Messico.

Quest’estate gli investigatori erano risaliti al computer da cui erano partite le email ed erano così arrivati a casa di Cristino Ruiz che ha poi negato di essere stato lui o la figlia Celeste a inviare le mail. Al Messaggero il genitori di Angela hanno detto:


"Se l’uomo non avesse negato, non insisteremmo a non mollare la pista. Le foto della ragazza che ci hanno inviato sono somiglianti".

  • shares
  • Mail